Lombosciatalgia acuta: sintomi, cura farmacologica e rimedi naturali

"Ho un forte mal di schiena". Circa il 90% della popolazione afferma di soffrire o aver sofferto di quello che, comunemente, viene chiamato mal di schiena. Questa condizione dolorosa interessa spesso l'area lombare (la bassa schiena): in questi casi si parla di lombalgia o lombosciatalgia, e può avere diversa durata ed intensità.
Vediamo nel dettaglio cos'è, come si presenta e come curarla.

Cos'è la Lombosciatalgia?

sciatalgia nervo sciaticoLa radicolopatia lombare, meglio nota come lombosciatalgia, è una condizione dolorosa che interessa la zona lombare (la parte inferiore della schiena) e si estende fino al gluteo ed una delle gambe, fino al piede.
Generalmente viene indicata anche come sciatalgia o sciatica, condizioni che più precisamente riguardano un dolore che interessa tutta l'area del nervo sciatico, che ha inizio nella bassa schiena, percorre tutto l'arto inferiore e coinvolge anche il piede.

Cause

Il mal di schiena può presentarsi per diverse cause, e spesso può anche regredire velocemente con dei semplici antidolorifici.
Nella forma della lombosciatalgia questo dolore è l'effetto di una compressione o un'irritazione del nervo sciatico (o nervo ischiatico).
In generale, si possono distinguere delle cause scatenanti del mal di schiena e dei fattori di rischio. Le cause scatenanti possono essere:

  • stiramento
  • contrattura
  • distorsione muscolare
  • infiammazione del nervo sciatico (per l'appunto, sciatalgia)

Cause più gravi ma meno frequenti possono essere ernie del disco spinale, sindrome del piriforme, discopatie degenerative della zona lombosacrale e un tumore spinale.
Esistono, invece, delle condizioni che aumentano la possibilità che si presenti una sciatalgia, anche cronica o acuta. Questi fattori di rischio sono:

  • Obesità
  • Sedentarietà
  • Sforzi fisici eccessivi (in particolar modo nel sollevamento di carichi troppo pesanti)
  • Scorretta postura
  • Diabete
  • Vecchiaia
  • Fumo

Sintomi

I sintomi sono sicuramente riconducibili ad una condizione di dolore. Detto questo, il dolore può presentarsi con diversi livelli di intensità e di "manifestazioni".

  • Può essere un dolore bruciante o acuto;
  • In alcuni casi può manifestarsi come piccole "scosse elettriche" nella zona interessata;
  • Altri sintomi meno frequenti sono formicolio, indebolimento o intorpidimento dell'arto interessato.

Spesso questi dolori possono essere acuiti anche da piccoli gesti quotidiani come tosse o starnuti, da condizioni posturali scorrette o stando a lungo seduti.

Generalmente la lombosciatalgia è monolaterale, ovvero interessa una sola metà del corpo (es: zona lombare, gluteo e gamba destra o sinistra). Può tuttavia presentarsi in forma di lombalgia bilaterale, interessando entrambi i lati.

Lombalgia acuta o cronica: quanto dura?

lombalgia acutaLa lombalgia acuta presenta gli stessi sintomi ma con dolori di forte intensità. Una manifestazione comune è quella che viene spesso chiamata "Colpo della strega", con un dolore tale da poter bloccare completamente la schiena ed i movimenti.
Non necessariamente la lombalgia acuta viene scatenata da grossi sforzi, ma può presentarsi anche in seguito a un movimento banale.
Le cause principali sono fenomeni degenerativi, come discopatia generativa (regressione del tessuto discale), spesso accompagnata all'invecchiamento.

In base alla durata, invece, possiamo individuare:

  • lombalgia acuta: meno di 6 settimane
  • lombalgia sub-cronica: 6-12 settimane
  • lombalgia cronica: oltre 12 settimane

Complicazioni: Quando rivolgersi al medico

Non occorre di certo allarmarsi per un mal di schiena, ma ancora peggio sarebbe sottovalutarlo. Come già detto, spesso già un farmaco antidolorifico o antinfiammatorio è sufficiente, specie se accompagnato da un adeguato riposo.
In genere, è buona norma rivolgersi al medico se entro un paio di giorni non si avvertono miglioramenti.
In caso di sciatalgia, lombosciatalgia e in generale quei mal di schiena che coinvolgono il nervo ischiatico, è bene chiedere un consulto al proprio medico il prima possibile. Di certo, temporeggiare in attesa che la situazione si risolva da sola, non è una buona soluzione.

Si possono comunque individuare dei segnali importanti che richiedono l'immediato ricorso al consulto medico:

  • se il dolore e in generale i sintomi peggiorano;
  • se il dolore e in generale i sintomi si avvertono dopo un violento trauma, come un incidente o un forte impatto;
  • se si riduce o si perde il controllo delle funzioni vescicali e intestinali;
  • se si avverte forte debolezza o insensibilità nell'arto coinvolto.

Terapia e cura con farmaci

E' bene innanzitutto ribadire con forza il concetto che prima di procedere con qualsiasi terapia, è necessario consultare un medico.

La prima esigenza quando si soffre di mal di schiena e sciatalgia, è quella di alleviare il dolore. A questo proposito, è indicato l'uso regolare di paracetamolo, sino alla dose massima di 3-4 grammi al giorno. Se il dolore dovesse persistere, si può ricorrere ai farmaci cosiddetti "FANS" (farmaci antinfiammatori non steroidei). Tra questi, il più comune è l'ibuprofene, con una dose massima di 400mg 3 volte al giorno.

In caso di dolore acuto e insopportabile si può ricorrere ad infiltrazioni epidurali di cortisonici, ma non come terapia continuativa e solo per alleviare il dolore nell'immediato.

Rimedi naturali

Partiamo con un concetto che sembrerebbe scontato ma che invece può sembrare un paradosso: il ritorno quasi immediato alla normale attività fisica. Il prolungato riposo a letto infatti causa ipotonia muscolare, mentre la ripresa delle normali attività favorisce un recupero più rapido.

Ritorno quasi immediato non vuol dire però né sovraccarico né ritorno immediato. Un breve riposo da 1 a 3 giorni è comunque indicato.

L'eventuale ricomparsa del dolore non deve scoraggiare: infatti non corrisponde ad un danno alla schiena, ed anzi è consigliabile un programma di attività per il rafforzamento dei muscoli dorsali.

In erboristeria esistono diverse soluzioni per alleviare il dolore e l'infiammazione. Alcune creme, erbe e piante hanno effetto rubefacente (antinfiammatorio), altre hanno effetto analgesico. Vediamo un elenco dei rimedi della nonna più utilizzati:

  • Peperoncino e Canfora (azione rubefacente antinfiammatoria);
  • Arnica, camomilla, lavanda e salice (proprietà antinfiammatorie, analgesiche e antinevralgiche);
  • Impacchi di sale caldo (azione analgesica e antinevralgica);
  • Pomate e Gel di Artiglio del Diavolo (pianta erbacea con proprietà analgesiche e antinfiammatorie);
  • Massaggio con olio essenziale di zenzero (efficace come antinfiammatorio e antidolorifico).

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo su:

Commenti

  • Maurizio

    27 Ottobre 2020 08:14

    Dovete andare da un buon osteopata e tutto si risolverà, dovete fare degli esercizi che lui vi dirà io faccio così e sto meglio

  • Michele

    18 Ottobre 2020 19:21

    Dopo un forte dolore che di propagava dal gluteo al piede, passato il forte dolore rimane un intorpidimento all'alluce e al dito accanto, (addormentati) Con perdita della forza muscolare di tutto l'arto dx Questo dopo una settimana di riposo!

  • Giovanni

    14 Ottobre 2020 08:59

    Mi sono operato al lombare, dopo essersi bloccati le dita del piede destro, causato dal nervo sciatico. Nel 2012 con notizie non confortanti dal chirurgo, ho discopatia degenerativa ai passaggi discali, L4-L5 e L5-S1 da anni che soffro in piedi, seduto e a letto, sono arrivato a 80 anni vorrei qualcosa che mi farebbe riposare un po. Grazie.

  • tex

    25 Settembre 2020 19:13

    ho trascurato per mesi poi ha peggiorato ..di notte dovevo sudare per trovare la posizione giusta per dormire..il dolore è forte appena mi alzo dal letto poi quando comincio a camminare quasi sparisce...lo stesso quando entro o esco dalla macchina...sono andato dal medico di basi mi ha consigliato Dicloreum 150mg a rilascio prolungato 1 pillola al giorno dopo un pasto per 7 o 10 giorni ... è il 4 giorno che mi curo...il dolore è diminuito del 50% spero di essre stato utile

  • antonella

    31 Luglio 2020 17:45

    Spero possa esservi utile : dopo 3 settimane di dolori atroci e due visite al Pronto Soccorso...ho fatto risonanza magnetica. Il mio ortopedico mi ha prescritto 5 punture di Urbason 20mg/ml (1 ogni sera x 5 sere chiaramente). Per ora ne ho fatte solo due ma già sto MOLTO meglio. Ancora non riesco a stare a lungo seduta o in piedi ma i dolori atroci fissi sono quasi spariti ed ho finalmente dormito bene! Confido molto nelle rimanenti 3 punture! Poi dovrò prendere MEDROL 16mg x 1 settimana (1 compressa al giorno) e poi ancora 1/2 mezza compressa per 1 altra settimana. sentite il Vs medico che ne pensa...Spero vi sia si aiuto. ciaooooo

  • Maria trecarichi

    19 Luglio 2020 19:50

    A3 settimana con il nervo sciatico non ce la faccio più il dollore

  • Crcristina corti

    22 Maggio 2020 21:23

    Ho avuto la sciatica per 4 lunghi mesi dolori insopportabili sia di giorno che di notte. Ho fatto iniezioni e preso un sacco di pillole. Alla fine piano piano se n'è andata da sola mi auguro che non torni piu

  • Frank Money

    12 Gennaio 2020 18:25

    Verso la metà di lugli sono stato colpito da una lombosciatalgia che, nonostante due ricorsi al pronto soccorso . mi ha procurato dolori al ginocchio dx e incapacità a deambulare. Flebo e inieziono non hanno sortito effetto. Infine un medico cubano con la manipolazione delle piante dei iedi, mi ha tolto il dolore e mi ha rimesso in piedi. Ma il nervo è ancora infiammato e il ginocchio non è stabile tanto che mi ha procurato di cadute senza capacità di rialzarmi da solo. Sto facendo fisioterapia con Raggi infrarossi lombari, elettrostimolazione del quadricipite e stretching, ma senza risultati.

  • Giacomo Fucili

    17 Ottobre 2019 12:46

    Sono oltre 20 gg che mi e' comparso un dolore al ginocchio esterno sx...e scende giu'fino quasi alla caviglia.Si riacutizza giorno dopo giorno. Da quasi 14 gg sto' prendendo 'Diclofenac 100 mg' con 'Omeprazolo 20 mg'..piu' 2 compresse al di'di 'paracetamolo e codeina DOC generici 500 mg+30 mg'. Finito l'effetto delle medicine..il dolore ritorna piu' intenso. Mi cede il ginocchio al riacutizzarsi del dolore. Ho effettuato la RNM Rachide Lombosacrale...e sto aspettando i risultati da far visionare dal mio medico-base. Cosa ne pensate ?? Grazie 1000. G.Fucili

  • ODINA

    09 Ottobre 2019 22:21

    Sono 6 giorni che sto curando la lombalgia acuta con iniezioni e farmaci. Non riesco a fare le funzioni intestinali dai dolori che mi provoca la lombalgia .

  • Esposito nunzia

    22 Settembre 2019 06:18

    Sta dà un mese e mezzo cosi sto facendo bentelan 4 ml

Lascia un commento